Sito ufficiale per il turismo in Svezia

Fishing, Kiruna
foto: Anders Tedeholm/imagebank.sweden.se

Attività

Pesca in Svezia

In Svezia puoi trovare circa 37 specie di pesci, fra cui le principali sono luccio, luccioperca e pesce persico, oltre alla trota salmonata e al temolo nei torrenti. I tuoi bambini rimarranno incantati dalla prima esperienza di pesca in un lago scintillante immerso nella radura di una foresta.

La stagione di pesca non è uguale in tutta la Svezia che, con una lunghezza di 2.000 km, presenta diverse zone climatiche. Nelle pianure meridionali, in genere la stagione di pesca dura tutto l'anno sia in mare che nei fiumi costieri, nei fiumi interni e nei laghi. Nella Svezia centrale, una regione densa di foreste, in genere la stagione si estende da aprile a novembre, mentre in Lapponia da maggio a ottobre.

Pesca nei laghi

Quanti laghi conta il Paese? Circa 100.000. Se sei vicino a un lago (e in Svezia è impossibile non esserlo), porta con te l'attrezzatura da pesca oppure acquistala sul posto.
Il lago maggiore del Paese, il Vänern (nella Svezia sud-occidentale), ha una superficie di circa 5.600 kmq. È talmente grande da avere un proprio microclima e un arcipelago di circa 20.000 isole. Se ti sembra un luogo fantastico per la pesca con la lenza, hai proprio ragione: qui puoi trovare salmoni e trote d'acqua dolce, lucci e luccioperche.
Nella Svezia meridionale si incontrano soprattutto laghi di pianura con lucci, luccioperche, pesci persici e altre specie. Verso nord, il paesaggio cambia diventando più rigoglioso, ondulato e coperto di foreste, con migliaia di laghi ricchi di lucci, pesci persici e carpe all'estremo sud, oltre a trote fario, temoli e luccioperche.
Avvicinandosi al limite degli alberi nella Svezia settentrionale, le immense foreste di abeti cedono il posto alla tundra artica, ai prati, ai ghiacciai e ad imponenti picchi montani. Quassù i laghi sono popolati di trote fario, temoli e salmerini alpini. 
In Svezia, soprattutto nelle parti centrale e meridionale del Paese, si contano anche numerose aree di ripopolamento e pesca.

Pesca nei fiumi

I maggiori sistemi fluviali si trovano nelle terre selvagge settentrionali. Con la loro possenza, irrompono in queste lande desolate dando vita a bacini, cascate e rapide. Naturalmente, sono ideali per la pesca.
Se vuoi pescare al circolo polare artico, ti consigliamo di affidarti a una guida in quanto queste terre sono poco popolate, la morfologia può essere impegnativa e il clima estremo. Durante quest'esperienza esotica e affascinante, puoi imbatterti in diverse specie, fra cui trote fario, salmerini e temoli. Queste latitudini offrono anche spettacoli naturali unici come la suggestiva aurora boreale e il sole di mezzanotte, oltre alla natura incontaminata. 
Altri grandi sistemi fluviali attraversano la Svezia centrale, fra cui il fiume Klarälven.
Nella Svezia centrale si trova il tratto meridionale, lungo ben 200 km, del fiume Dalälven. L'area circostante è un mix di prati, zone umide e sentieri, ma anche di acque ideali per la pesca. Qui puoi pescare lucci, pesci persici e luccioperche. Per curiosità, la luccioperca d'acqua dolce più grande pescata in Svezia nel 2010 proveniva proprio da questo fiume.
Preferisci il salmone? Prova il leggendario fiume Mörrumsån nel Blekinge, una provincia della Svezia meridionale. Circa una dozzina di fiumi ricchi di salmoni e trote di mare raggiungono questa parte della costa orientale dalla Svezia centrale.

Pesca costiera

La lunga costa a U della Svezia si affaccia a est, sud e ovest. La costa orientale guarda verso la Finlandia e il Golfo di Botnia, mentre quella occidentale è rivolta verso la Norvegia e il Mare del Nord.
La costa orientale della Svezia è punteggiata dalle isole e dagli scogli degli arcipelaghi. Noleggiando una barca o gettando l'amo dalle rive di un'isola dell'arcipelago, potrai pescare grandi trote di mare o lucci.
Lungo la costa meridionale della Svezia si possono pescare i salmoni nella baia di Hanöbukten e al largo di Simrishamn. In queste acque potresti imbatterti in salmoni di oltre 25 kg!La costa occidentale è ideale per la pesca in acque profonde e qui puoi gettare l'amo anche dalle rocce costiere per pescare merluzzi, sgombri, aguglie e trote di mare. Lungo la costa occidentale, particolarmente famosa per i crostacei, si organizzano safari all'aragosta o escursioni di pesca alle ostriche.

Pesca in città

A Stoccolma è possibile pescare in pieno centro a Rosenbad, lo specchio d’acqua tra Riksbron e Vasabron. Dai due ponti che collegano il cuore di Stoccolma con Gamla Stan (Città vecchia) si possono pescare salmoni, trote salmonate e altre specie. In primavera ed estate, i pescatori affollano fin dall’alba le banchine di Strömgatan, di fronte alla residenza del premier svedese. Anche il ponte Stallbron, dietro il palazzo del Parlamento svedese, è un ottimo posto per pescare se rimane qualche posto libero.
È possibile anche noleggiare una barca per l’arcipelago interno e andare a pesca di lucci, persici e aringhe che affollano le acque intorno a scogli e isole. Con un po’ di fortuna si possono prendere all’amo coregoni o luccioperche.
Anche la costa occidentale di Göteborg è ricca di pesci. I locali conoscono i posti migliori da raggiungere noleggiando una barca per uscire sulla costa e nell’arcipelago e tentare la fortuna a pesca di pesci gatto, merluzzi, naselli e sgombri. Nell’interno ci sono più di 50 riserve di pesca e nei laghi intorno a Göteborg è possibile praticare la pesca alla trota alla mosca. Si può praticare la pesca d’acqua dolce in fiumi, laghi e ruscelli e, se il proprio itinerario non prevede la pesca, è possibile andare al porto per assaporare l’atmosfera del più grande mercato del pesce della Svezia.
Salmerini, trote e persici popolano i laghetti di Björkadammen e Sallerupsdammarna appena fuori Malmö. La pesca alla trota si pratica anche ai piedi del ponte sull’Öresund, mentre a Segeå si pescano anche i persici. Altre località di pesca consigliate sono Limhamn, Cementhamnen e Oljehamnen.

Usufruire della natura svedese