Sito ufficiale per il turismo in Svezia

Hills of Södermalm, Stockholm
foto: Ola Ericson/imagebank.sweden.se

Icone svedesi

Millennium Tour

La trilogia Millennium è una serie di libri famosissima in tutto il mondo scritta dall’autore svedese Stieg Larsson e pubblicata postuma. La trilogia, con oltre 60 milioni di copie vendute, ha suscitato polemiche, dato adito a battaglie legali, ispirato film hollywoodiani e mostrato al mondo il lato oscuro della calma e pacifica Svezia.

I libri

Il Millennium tour è una passeggiata nei luoghi descritti nella trilogia di Stieg Larsson: Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta. Da poco è anche uscito un quarto volume, Quello che non uccide, scritto da David Lagercrantz. 

Il tour

Si parte dall’isola di Södermalm, dove si trova la residenza di uno dei protagonisti, Mikael Blomqvist, in Bellmansgatan 1 e, per circa 2 ore si attraversano i luoghi chiave come bar, ristoranti e ovviamente l’ultimo lussuosissimo appartamento di Lisbeth Salander.

La serie interrotta…

Esiste un quarto romanzo della serie, rimasto incompiuto alla morte di Larsson nel 2004. La sua compagna Eva Gabrielsson è in possesso del portatile di Larsson, ma non ha i diritti di pubblicazione, perché non erano sposati e lui non ha lasciato testamento. Ora la famiglia di Larsson possiede i diritti su tutto il materiale esistente (in origine avrebbero dovuto essere in totale 10 libri).

Visite in italiano

Oltre le visite di gruppo in inglese e francese (del costo di 120 corone, circa 13 euro) è possibile prenotare una visita privata in italiano. Le visite in italiano devono essere prenotate con almeno 5 giorni in anticipo e possono avere da uno ad un massimo di 30 partecipanti. Il costo complessivo del tour privato varia da 2700 a 3300 corone (circa 300 e 370 euro circa) a seconda dell’orario dei giorni.

Lo sapevi?

Larsson ha avuto molte difficoltà a trovare un editore e i suoi manoscritti vennero rifiutati da due case editrici svedesi, prima che Norstedts gli desse fiducia. Larsson tentò anche di pubblicare in inglese e, dopo vari rifiuti, un piccolo editore londinese, Christopher Maclehose, accettò il rischio. È stato un vero successo...